2014. Socializziamo l’azienda!

All’inizio le aziende si difendevano dai social media. Firewall e policy per combattere l’invasione dei pericolosi succhia tempo. 

Ora la maggior parte delle aziende riconosce che non ci troviamo di fronte a una moda passeggera, a un nuovo strumento di abbordaggio o al modo più pratico di condividere punteggi di Ruzzle o Farmville. Siamo di fronte a un’autentica rivoluzione che sta cambiando a velocità esponenziale il nostro costume, il nostro modo di comunicare, di condividere di apprendere. 

Le aziende hanno cercato di resistere, perché tutto questo ha impatto anche su processi, procedure, organizzazione. Un impatto devastante, un cambiamento epocale…dal lavorare a collavorare, per usare un’espressione di Nicola Palmarini (@nipalm) al cui libro a tal proposito vi rimando.

Resistere non ha più senso ora, e anzi abbracciare i social media per le aziende ha un significativo impatto economico, che si calcola in bilioni e trilioni!

Possiamo dirlo dunque ad alta voce: i social media sono utili, quando non addirittura necessari, all’azienda. Ma non basta aprire una pagina Facebook aziendale, l’azienda deve diventare social per liberare energia e valore. La sfida per il 2014 è servita!